Paraciclismo

Il Paraciclismo è il ciclismo per disabili, sviluppato inizialmente da ciclisti non vedenti che per primi hanno gareggiato con biciclette tandem, è uno sport paralimpico istituito a Seul nel 1988. Nel 1996 questo sport ha portato al suo interno persone con ogni tipo di disabilità. Il Paraciclismo include gare:

  • di sprint;
  • inseguimento individuale;
  • cronometro di 1.000 metri;
  • gare su strada;
  • cronometro su strada individuali;
  • cronometro su strada a squadre.

Classificazione degli atleti

E’ utilizzato un sistema di classificazione funzionale attraverso il quale la capacità di un atleta viene valutata sulla base del livello di lesione del midollo spinale o di invalidità corrispondente. La classificazione di un atleta deve essere effettuata con la divisa e l’attrezzatura da gara utilizzando i seguenti criteri:

 

  • documentazione medica della disabilità dell’atleta;
  • Prove funzionali;
  • osservazione durante l’allenamento e la gara.

Nel caso di una lesione incompleta del midollo spinale, sarà la capacità funzionale di un atleta il criterio che stabilirà la classificazione e la decisione del classificatore UCI sarà definitiva.

Il regolamento internazionale, nella sua revisione del gennaio 2010, ha suddiviso l’attività di ciclismo paralimpico nelle seguenti attività e classi.

HANDBIKE CLASSI: H1 – H2 – H3 – H4 – H5

TRICICLO CLASSI: T1 – T2

CICLISMO CLASSI: C1 – C2 – C3 – C4 – C5

TANDEM CLASSE: B

 

altre informazioni sul paraciclismo –> disabilinews.com